Dal 5 al 26 agosto, nella splendida cornice di Rocamadour, avrà luogo l’annuale Festival della canzone sacra; un appuntamento unico per gli amanti di questo spettacolo, capace di far rivivere le migliori opere sacre grazie all’apporto delle più note orchestre e artisti di primo piano da tutto il mondo.

Ad inaugurare questa edizione, arrivata al suo decimo anniversario, ci sarà l’orchestra “La main harmonique”, gruppo di artisti di notorietà mondiale che portano la Francia e l’Europa alla riscoperta del fascino della musica rinascimentale; nei giorni seguenti, sarà un inedito duo composto dal comico Alain Carrè e dal pianista François-René Duchable a regalare un momento di gioia e passione, intrecciando numerose opere musicali di artisti quali Bach e Chopin con opere letterarie di autori quali Julien Green, Christian Bobin e Francesco D’Assisi. Questo creerà un’atmosfera suggestiva, facendo vivere momenti di spiritualità combinati alla comicità.

 

La musica sacra del rinascimento potrà inoltre essere apprezzata in moltissimi altri modi durante queste tre settimane di festival, non solo con concerti dal vivo, ma anche attraverso film-concerto nella città medievale di Rocamadour, miscelando la musica vocale con quella strumentale.

Da sempre luogo di creazione e spettacolo, quest’anno il festival costituisce anche il luogo di nascita di un gruppo di coristi, “L’Ensemble Exosphère”, capitanati dal giovane direttore d’orchestra alsaziano Jean-Philippe Billmann, che proprio in quest’occasione avrà modo di esibirsi nel suo primo concerto; tutto ciò costituirà un’emozione unica per chi avrà modo di assaporare le gesta di questo gruppo, ma anche per il gruppo stesso, specie per il suo direttore, il quale avrà il privilegio di esibirsi nello stesso scenario in cui iniziò a comporre le sue opere di musica sacra Francis Poulenc.

festival_sacra_cantica_rocamadour

Le splendide giornate di Festival continueranno grazie allo spettacolo offerto da altri artisti, uno fra tutti Thomas Ospital, giovane organista francese con un futuro assai promettente davanti, in grado di stupire la platea grazie alle sua abilità nell’improvvisare le sue opere.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *